DIMENSIONI DELL' ESSERE

Le dimensioni dell’essere sono manifestazioni universali dell’Essere che si manifestano in ognuno di noi in maniera personale e che spesso blocchiamo a causa di condizionamenti, paure, sensi di colpa e vecchi traumi.

 

Nelle sessioni andremo ad esplorare tematiche personali che ci aiuteranno a vedere, sentire, percepire quello che blocca la nostra forza, il nostro valore o la nostra gioia per iniziare a ricontattarle e viverle.

 

Ogni qualità dell'Essere porta a galla delle tematiche specifiche, ogni dolore e sofferenza possono essere una porta per ritrovare queste risorse.

 

Essenza Bianca : valore, sostegno, presenza, avere i piedi per terra.

Essenza Rossa: forza, coraggio, passione, entusiasmo.

Essenza Verde: compassione, amore gentile, empatia.

Essenza Nera: pace, silenzio, potere personale.

Essenza Gialla: gioia, leggerezza, desiderio, curiosità.

CRANIOSACRALE

Sessioni individuali.

E' una disciplina dolce, delicata, un metodo non invasivo che stimola le capacità di auto equilibrio.

La forza della Respirazione Primaria si manifesta come un'onda energetica, una marea lenta, calma, potente che ci attraversa.

La possiamo percepire come un flusso che inizia dai piedi e scorre fino alla testa.

Tutto il nostro sistema viene respirato da questa onda e in questo contatto profondo con le forze naturali che guidano la vita ci lasciamo andare alla quiete.

In questa dimensione l'individuo ritrova la sua energia vitale, si riconnette alla fonte della Salute.

Salute non come assenza di malattia ma come espressione di una forza vitale che è sempre presente nell'organismo. Ogni malattia, inerzia, dolore sono organizzati da questa forza della salute per permetterci il miglior equilibrio psico-fisico possibile.

L'operatore olistico attraverso un contatto gentile si orienta a questa marea energetica, invitando il sistema del cliente a rallentare. Un invito ad acquietare un sistema nervoso frenetico e stressato.

La salute è sempre presente e possiamo scoprire nuove risorse che ci permettono di attingere a questa fonte.

Il sistema craniosacrale comprende ossa e tessuti, liquidi dal cranio all'osso sacro ed il sistema nervoso centrale, cervello e midollo spinale, che attraverso il sistema fasciale, le terminazioni nervose ed il liquor sono in grado di lavorare su tutto l'organismo, integrando la parte fisica alla parte emotiva, comportamentale a quella energetica.

Essendo una disciplina olistica prende in considerazione la connessione dei vari aspetti dell'essere umano e li integra con la possibilità di lavorare su piani diversi nello stesso momento e nella stessa sessione.

Il craniosacrale è una risorsa efficace in molte forme di dolore:

 

- cefalea

- emicrania

- dolori cervicali, lombari e articolari

- disagi della sfera psico-emotiva

- stati d'ansia

- insonnia

- affaticamento cronico

- stress

 

Ma è soprattutto un valido strumento per accrescere benessere e vitalità.

 

" Qualsiasi problema è strutturato nel nostro corpo e alla base di tutti i problemi c'è la paura di sentirsi vivi, di provare emozioni.

L'unico modo per reprimere le emozioni è togliere vitalità dal corpo.

Un corpo senza vita non sente.

Recuperare la capacità di sentire, quando se ne ha tanta paura, è un percorso lungo e impegnativo, ma ne vale la pena.

Uno dei problemi è che la nostra società non è attenta al corpo, e più orientata sulla mente e lo sarà sempre di più."

 

Alexander Lowen.

MASSAGGIO SONORO

Nel massaggio sonoro gli strumenti in primo piano sono le campane tibetane ed i gong .Oltre al beneficio del suono armonico in questo caso è la vibrazione delle campane appoggiate e percosse dolcemente sul corpo a rendere la pratica  efficace e potente. L'onda sonora si propaga nei tessuti, muscoli, tendini, organi del nostro corpo composto al 70% d’acqua. Viene fatto un massaggio molto sottile e profondo, questo tipo di vibrazione può dare molteplici benefici, da un aumento dell'energia vitale ad un rilassamento profondo e un lasciare andare stress e tensioni a livello fisico, mentale ed emotivo.

MEDITAZIONE

E' una condizione di mente vuota, aperta, ricettiva, spaziosa, è un momento più o meno lungo dove la mente è totalmente attiva, sveglia qui ed ora.

Meditare equivale a cercare il momento presente.

La frase corretta sarebbe: non si fa meditazione, si è in meditazione.

Possiamo entrare in stati meditativi attraverso tecniche di meditazione ma anche attraverso una qualsiasi azione creativa come suonare, disegnare, ballare... o lavare i piatti!

 

In queste serate useremo diverse tecniche per aiutare a entrare in questo stato: tecniche di visualizzazione, percettive, sonore, energetiche, comunicative di auto-esplorazione, vocali, sonore e molto altro.

 

"Il tuo centro è l'obiettivo, la meditazione la tua strada.

Un sentiero che non conduce alcun dove, senza inizio e senza fine, sul quale non c'è nessuno che sia in cammino.

la meditazione è la via per il non-sense, è la contraddizione per eccellenza, una trappola per la mente, la fine dell'ego, la vera liberazione dalla sofferenza.

La meditazione è uno stato naturale dell'essere, uno stato che abbiamo perduto, e ritrovarlo è la gioia più grande dalla vita."

 

Osho.

GIUDICE INTERIORE

La nostra mente per natura è spaziosa: quando siamo nell'Amore, nella bellezza, nel nostro valore la percezione interiore è di spazio, libertà, benessere.

Tuttavia la presenza di giudizi verso noi stessi, gli altri, il mondo, ci porta via da questa esperienza naturale. Creiamo un dialogo interiore che non ci da tregua, che crea un senso di mancanza e la sensazione di non star vivendo la vita che vorremmo.

Sembra che tutto diventi più stretto: ci focalizziamo sui problemi, su quello che non va facendo diventare il malessere spesso l'unica realtà della nostra vita.

 

Il lavoro di crescita e consapevolezza che ti propongo è imparare a ricreare questo spazio, esplorando le credenze, i giudizi, tutto il rumore mentale che spesso si manifesta come svalutazione di se, ansia, vergogna, senso di colpa, dando sfogo e osservando il proprio dialogo interiore. Dare voci a queste voci. Per guardarle, conoscerle e, al fine, trasformarle.

 

Offro questa esperienza che è l'esperienza che ho più a cuore per il valore che ha avuto per me.

A 20 anni speravo che in futuro sarebbe successo qualcosa che mi avesse reso felice.

Non successe finchè decisi di mettermi in gioco prendendo consapevolezza di questi pensieri che sono in realtà condizionamenti e pesi non necessari.

Iniziando a guardarli, sentirli, percepirli e prendermene cura, iniziò un processo di liberazione che tutt'ora è in atto e, forse, lo sarà per tutta la vita.

Lo ammetto, non è stato facile guardare quello che mi faceva paura, ma, un passetto alla volta, con i miei tempi, ho trovato dentro di me la forza ed il coraggio per farlo.

Quello che è cambiato è che ora comprendo che la vita in questo mondo è una grande scuola, ogni sfida può fare paura e può diventare anche una gioia e un'avventura trasformarla;

che possiamo agire sul dialogo interiore affinchè ci sia di supporto e non di disturbo.

Con fiducia, costanza e dopo tante prove, l'Amore nelle sue varie forze di silenzio, spazio, forza, gentilezza, gioia sta diventando uno stato sempre più naturale e stabile in me. Vedo che non mi manca nulla e posso affrontare la vita come un cammino a testa alta.

 

Serate di crescita personale di gruppo

Serate di meditazione in cui si creerà uno spazio dove crescere assieme. Momenti in cui è possibile condividere pregi e difetti senza essere giudicati, uno spazio in cui essere umani.

Luoghi in cui potersi togliere le maschere e dove poter essere più veri ed autentici.

In un mondo veloce e frenetico dove non ci si ascolta, questi spazi possono essere un grande sostegno e nutrimento: capire di essere assieme in questo viaggio, di non essere poi così diversi, cosi tremendi.. di non essere soli.

 

"Il guerriero della luce crede. Poichè crede nei miracoli, i miracoli cominciano ad accadere. Poichè ha la certezza che il suo pensiero può modificare la vita, la sua vita comincia a mutare. Poichè è sicuro che incontrerà l'amore, l'amore compare."

 

Paulo Coelho.

BAGNI DI SUONO

Sessioni di gruppo.

Il bagno di suoni è un'esperienza semplice ed adatta a tutti. Si tratta di un concerto di suoni armonici che ci aiutano a lasciare andare stress e tensioni quotidiane.

Gli strumenti vibrazionali usati possono essere vari, tra cui campane tibetane,

di cristallo, gong, tamburi, didgeridoo, strumenti ancestrali o veri e propri strumenti musicali delicati come l'handpan, uno strumento a percussione melodico.

Oltre al rilassamento legato all'ascoltare la parte sonora e musicale, le vibrazioni di campane e gong risuonano nel nostro corpo a vari livelli. Si crea così un micro "massaggio" che aiuta a ripristinare un'armonia naturale ed un senso di unità.

Molte persone riportano questa esperienza come una pausa, un momento in cui pensieri, preoccupazioni scompaiono.

In questa condizione di vuoto ci si rigenera, ritrovando pace e vitalità.

 

E' stato dimostrato che questo tipo di suoni e vibrazioni:

- stimolano il flusso della forza vitale dell'organismo

- aiutano a riequilibrare i chakra ed il campo energetico

- possono rendere la mente più silenziosa stimolando l'intuito

- eliminano negatività mentale ed emotiva ristabilendo armonia e pace

- potenziano la creatività

- migliorano la concetrazione

- riducono lo stress.

CORSI HANDPAN

(HANG)

Nelle lezioni private e nei corsi  impareremo un linguaggio, cosí da avere delle basi solide su cui esercitarsi, creare ritmi e divertirsi con questo stupendo strumento.

 

 CORSO PER IMPARARE A SUONARE L'HANDPAN

 Programma teorico esperienziale:

 

 -Tecnica della mani: l'handpan viene suonato principalmente con le dita, le note devono essere colpite delicatamente e le dita devono staccarsi subito dalla nota, altrimenti il suono si fermerebbe; sensibilizzeremo mani e dita in modo da poter suonare in modo armonioso.

 

 -Accenti e ghost notes: impareremo una tecnica per suonare gli accenti e spostarli creando cosi ritmi a piacimento e stacchi. Impareremo ad avere il controllo sul volume dei colpi ci permette di sviluppare uno stile dinamico.

 

 -Solfeggio ritmico: questa tecnica è un grande aiuto per capire le

suddivisioni del tempo, durata dei colpi e delle pause, è un solfeggio che si pratica suonando lo strumento( o le dita su una superficie, esempio un tavolo).

 

 -Ritmi: essendo uno strumento nuovo non esistono ritmi dell'handpan; la

bella notizia è che si possono adattare tantissimi ritmi usati con altre

percussioni.

 

 -Effetti: oltre alle dita possiamo colpire in vari modi e posizioni lo

strumento per creare sonorità diverse

 

Che cos'è l'handpan?

 

L'handpan é  uno strumento idiofono in acciaio, quel meraviglioso strumento che a volte vedi in tv, su youtube o suonato da qualche artista di strada. Nasce nel 2000  a Berna in Svizzera,  da Felix Rohner e Sabina Schärer della Panart con il nome di hangdrum che per diversi anni è l'unica casa costruttrice al mondo.

Prima di costruire l'hang questa azienda costruiva steel pan/steel drum, degli strumenti metallici tipici dei caraibi, Trinidad e Tobago, questo gli fu molto utile perché ebbero la possibilità di sperimentare la lavorazione dell'acciaio creando cosí le basi per un metallo dalle qualitá perfette per creare l'hang.

É composto da 2 semisfere, che unite conferiscono la tipica forma ad "ufo", nella parte superiore troviamo il ding, la nota centrale e attorno le altre note, da 7 o 8 note solitamente ma in alcuni casi anche 10/15.

Mentre nella parte inferiore, il dorso, troviamo il gu cioè un buco centrale .

 Viene fatto artigianalmente, battendo con appositi martelli sia per dare la forma alla lamiera inizialmente piatta sia per accordarlo, un lavoro minuzioso di precisione, cura e dedizione che fa comprendere anche il prezzo non sempre abbordabile.

 Per fortuna ultimamente molti costruttori hanno deciso di mettersi sul mercato, dopo la scadenza del brevetto della Panart, in Italia ci sono decine di case produttrici, alcune di ottima qualità.

Possiamo trovare decine di scale diverse, Maggiori, Minori, pentatoniche, scale che evocano suoni gioiosi, avvincenti oppure più commoventi.

 

Il Rav Vast

 

Lo strumento meditativo ed ipnotico nasce in Russia dal fondatore Andrey Remyannikov, un appassionato di handpan che non potendo permettersene uno iniziò a costruire questo strumento simile che poi divenne uno dei più belli ed intriganti strumenti disponibili. Solitamente é formato da 9 lingue, una centrale sopra, il ding e altre 8 attorno, le note.

Sebbene a prima vista possa sembrare simile all'handpan ci sono alcune differenze.

La prima é nella costruzione e nell'aspetto, si nota subito che il rav viene tagliato, ogni nota un intaglio di dimensioni diverse usando delle macchine automatizzate.

 Il secondo é il suono molto più melodico dato dal sustain (lunghezza del suono) lunghissimo, a causa delle grande quantità di armoniche intonate che emette, fino a 7 per il ding, la nota centrale e 4-5 per le altre lingue sul bordo, questo lo rende particolare anche l'esecuzione sonora, il rav va suonato più lentamente, usando velocitá solamente nella parte percussiva, parte metallica tra le note.

A differenza dell'handpan il rav non soffre il caldo e gli sbalzi di temperatura e solitamente non ha bisogno di essere accordato ancora.

Raffaello Cavaggioni  -  Via Corte Cavaggioni 3, 37030 Roncá (VR)  -  telefono 3496741909  -

disciplinato ai sensi della legge n° 4/2013

codice fiscale. CVGRFL81L29I775S  -  partita iv a 04483280238

Privacy Policy